Cellulare

393 632 8282

Email

momoispa@gmail.com

Orari di Apertura

Lun - Dom: 7:00 - 21:00

Taormina è un centro balneare sul Mar Ionio in provincia di Messina.

Sospesa tra cielo e mare, Taormina è inserita in una cornice paesaggistica di incomparabile bellezza, sulla sommità di un verdeggiante promontorio che si protende ora dolcemente ora a picco verso acque dai riflessi turchesi.

Taormina è stata eletta meta turistica ideale da milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo, che giungono qui in ogni periodo dell’anno e che da sempre ne apprezzano le spiagge baciate dal sole, gli antichi monumenti, i rigogliosi giardini e la cucina tipica.

L’Etna vista da Taormina

Taormina resta dunque “un piccolo angolo di paradiso sulla terra”, come la definì oltre due secoli fa Goethe, incantato dai suoi colori, profumi, sapori e dalle straordinarie vedute panoramiche dominate dalla mole maestosa dell’Etna.

La città si sviluppa lungo il crinale dei Peloritani determinando la presenza di forti dislivelli. A sud risulta ben visibile l’Etna mentre a est è bagnata dal Mare Ionio oltre cui è possibile scorgere la Calabria nelle giornate senza nuvole.

Quando andare

Taormina è visitabile ad ogni stagione. Le temperature medie sono miti tutto l’anno e la piovosità è contenuta. In estate possono riscontrarsi punte di 40° così come saltuariamente nevica nelle giornate più fredde dell’inverno.

Cenni storici

Il territorio di Taormina, secondo le fonti storiche era abitato dai siculi prima dell’arrivo dei greci che fondarono in queste coste la prima colonia della Sicilia, ossia Naxos. La storia greca è costellata di guerre per il dominio della città da parte di Siracusa che mal tollerava la presenza di Ionici alleati di Atene che la mantennero sino all’arrivo dei romani nel 212 a.C. I greci prima e i romani poi determineranno la costruzione di alcuni dei monumenti della città nonché la base di molti monumenti successivamente eretti. La città inoltre è protagonista di alcuni episodi della storia romana, ad esempio durante la guerra servile del 134-132 a.C. la città venne occupata dagli schiavi.

Con l’avvento del cristianesimo San Pietro destina a Taormina il vescovo Pancrazio, primo vescovo della città e santo cattolico. La città resistette agli assalti saraceni, e divenne l’ultima della Sicilia a cadere nel 906.

Recommended Articles

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »